Chi siamo

Davide Grazielli – il Coach

Chi Siamo Davide

Eredita la malattia della corsa in famiglia, ma cerca di sfuggirne dedicandosi a qualsiasi altro sport finché non viene risucchiato nel vortice. Sono i tempi eroici delle prime ultra italiane, e il nostro si affida a qualsiasi consiglio reperito su forum, riviste, cenacoli letterari ed incontri clandestini di tresette. Poi capisce che un approccio scientifico forse potrebbe dare qualche risultato e ritorna sui libri dopo i tempi (altrettanto eroici) dell’Università. Inguaribile parlatore, state attenti a porgergli una qualsiasi domanda, specie riguardante la corsa.

E’il responsabile del coaching e anche quello che butta lì le idee e spera che qualcuno (altro) le renda reali. Lui, dice, deve correre o non resta aggiornato.

Tecnico FIDAL SV0656

TRAINING PEAKS

Davide Grazielli Blog

Francesco Paco Gentilucci – il Maestro di Cerimonia

Chi Siamo Paco

Jack of all trades: scia, scala, nuota, pedala, corre e per fortuna che almeno ha smesso coi pattini. Denominatore comune delle attività fatte: che siano dolorose e deleterie per la salute mentale e/o fisica. Disegna, scrive e pubblica l’unica vera fanzine di corsa mai esistita ed organizza la prima gara completamente illegale in Italia (forse questa era meglio non scriverla). Se non è in movimento, lo trovate sotto al palco di qualche concerto hardcore o in viaggio, ovviamente verso destinazione sconosciuta.

Allena e gareggia con pari entusiasmo, ed oltre a seguire i suoi atleti, lascia cadere lì con noncuranza un milione di idee. Contrariamente al Coach, in qualche maniera trova il modo di realizzarle tutte grazie alla sua determinazione e al micidiale plotone di amici capitanati dal Tenente Mirel.

Tecnico FIDAL

UNGHIE ROTTE MANI APERTE

Maria Carla Ferrero – la Sabauda

Chi Siamo MC new

Da sempre attiva in montagna, si trova suo malgrado coinvolta nella corsa dalle frequentazioni poco raccomandabili. Dimostra da subito una predilezione per le lunghissime distanze ed un odio profondo per le salite: sta ancora cercando l’ultra che abbia solo discesa, se avete informazioni, contattatela.

Porta il suo tocco femminile, razionale ed ironico (chi ha detto cinico?) in un gruppo di menti fumose, disordinate e fondamentalmente perse. Col suo pragmatismo sabaudo riesce a mantenere le discussioni su binari consoni e produttivi, segando con invidiabile stile i voli pindarici dei filosofi della corsa che si trova a gestire.

Coordina l’organizzazione dei Camp e gestisce la parte più importante: quella finanziaria.

Eva Toschi – Santa Lady

Chi Siamo Eva

Giornalista, climber e sciatrice, frequentando cattive compagnie viene convinta a provare un’ultra: quando si accorge del danno è oramai troppo tardi. Fine narratrice, dietro al dolce sorriso ed i modi gentili nasconde sagacia ed arguzia letali. Dopo mesi passati nel Magic Bus, abbandona il van quando trova il suo piccolo angolo di paradiso a Santa. Viene subdolamente convinta a mettere la sua penna al servizio della causa, ma non contenta rilancia creando assieme al fido Bani ed Ombra il trail fest definitivo, Destination Santa. Come? Non c’eravate? Peggio per voi, ma tenete le orecchie aperte per il luglio 2020…

Le cose intelligenti che trovate sul blog sono opera sua. Quelle incomprensibili, del Coach.

Ra.va.nà.re blog

Andrea Vagliengo – il Materialista

20229168_10212303301752941_6408711316275827319_n

Nasce scalatore ed alpinista per poi scoprire che sui sentieri si può anche correre: è amore, con buona pace della famiglia che crede all’inizio che il trail sia un’attività innocua. Da buon geek, inizia a scandagliare il mercato alla ricerca della scarpa perfetta, lo zaino imbattibile e la giacca insuperabile. Non le ha ancora trovate, ma nel frattempo è diventato uno dei più grandi esperti di tutto quello che riguarda i materiali per il trail e la corsa in generale. Se avete un dubbio su cosa portarvi dietro alla prossima uscita, meglio chiedere a lui.

Illumina le masse coi suoi articoli ed è sempre disponibile a chiarirvi qualsiasi dubbio relativo ai materiali. O eventualmente a confondervi ancora di più le idee.