Chi siamo

Destination Unknown è prima di tutto un gruppo di persone innamorate della corsa.

Viviamo di sentieri polverosi, dell’aria frizzante del mattino, di scarpe sporche e magliette sudate, di tramonti indimenticabili, di asfalto da divorare.

Crediamo in piani di allenamento personalizzati e costruiti su misura con professionalità e esperienza. Non ci piacciono le tabelle impersonali ed i semplici numeri: costruiamo un sistema completo di supporto basato sulle tue esigenze, per guidarti ad ottenere il meglio da quello che fai.

Dai voce ai tuoi sogni: noi siamo qui per aiutarti, giorno dopo giorno. 

Davide Grazielli – Head Coach

Chi Siamo Davide

Eredita la malattia della corsa in famiglia, ma cerca di sfuggirne dedicandosi a qualsiasi altro sport finché non viene risucchiato nel vortice. Sono i tempi eroici delle prime ultra italiane, e il nostro si affida a qualsiasi consiglio reperito su forum, riviste, cenacoli letterari ed incontri clandestini di tresette. Poi capisce che un approccio scientifico forse potrebbe dare qualche risultato e ritorna sui libri dopo i tempi (altrettanto eroici) dell’Università. Inguaribile parlatore, state attenti a porgergli una qualsiasi domanda, specie riguardante la corsa.

E’il responsabile del coaching e anche quello che butta lì le idee e spera che qualcuno (altro) le renda reali. Lui, dice, deve correre o non resta aggiornato.

Tecnico FIDAL SV0656

TRAINING PEAKS

Davide Grazielli Blog

Francesco Paco Gentilucci – Coach

Chi Siamo Paco

Jack of all trades: scia, scala, nuota, pedala, corre e per fortuna che almeno ha smesso coi pattini. Denominatore comune delle attività fatte: che siano dolorose e deleterie per la salute mentale e/o fisica. Disegna, scrive e pubblica l’unica vera fanzine di corsa mai esistita ed organizza la prima gara completamente illegale in Italia (forse questa era meglio non scriverla). Se non è in movimento, lo trovate sotto al palco di qualche concerto hardcore o in viaggio, ovviamente verso destinazione sconosciuta.

Allena e gareggia con pari entusiasmo, ed oltre a seguire i suoi atleti, lascia cadere lì con noncuranza un milione di idee. Contrariamente al Coach, in qualche maniera trova il modo di realizzarle tutte grazie alla sua determinazione e al micidiale plotone di amici capitanati dal Tenente Mirel.

Trovate i suoi articoli tutte le settimane su RUNLOVERS

Tecnico FIDAL BZ1578

UNGHIE ROTTE MANI APERTE

Maria Carla Ferrero – Camp Manager

Da sempre attiva in montagna, si trova suo malgrado coinvolta nella corsa dalle frequentazioni poco raccomandabili. Dimostra da subito una predilezione per le lunghissime distanze ed un odio profondo per le salite: sta ancora cercando l’ultra che abbia solo discesa, se avete informazioni, contattatela.

Porta il suo tocco femminile, razionale ed ironico (chi ha detto cinico?) in un gruppo di menti fumose, disordinate e fondamentalmente perse. Col suo pragmatismo sabaudo riesce a mantenere le discussioni su binari consoni e produttivi, segando con invidiabile stile i voli pindarici dei filosofi della corsa che si trova a gestire.

Coordina l’organizzazione dei Camp e gestisce la parte più importante: quella finanziaria.

Tommaso Bassa – Coach

Conosciuto negli ambienti dell’ultrarunning vicentino e californiano come “Il Bocia”, inizia la sua carriera da podista con il preciso intento di trovare una scusa per non studiare. La giovane età lo porta subito a frequentare cattive compagnie, e da quel momento comincia la sua discesa negli inferi della distanza.

Dopo aver subito le angherie di Coach Grazielli per anni, decide di ribellarsi e come spesso capita la vittima diventa torturatore: porta nel gruppo la sua freschezza, una precisione ai limiti della sopportazione ed una dedizione maniacale.

Vive in provincia di Vicenza cercando di tenere testa alla sua compagna nella corsa e nella vita: una delle poche battaglie in cui soccombe regolarmente.